Capezzoli: il piacere è tutto tuo!

I capezzoli sono spesso oggetto di discussione quando si parla di censura, di critiche rivolte a chi sceglie di non indossare il reggiseno e di accuse verso chi allatta in pubblico. Si parla invece molto meno del piacere legato a questa zona erogena e alle sue svariate opzioni di stimolazione, a causa di un’infinità di tabù legati al sesso e alla masturbazione.

Non tutt* provano piacere con la stimolazione dei capezzoli: c’è chi lo trova fastidioso, chi ne è indifferente e chi invece lo ritiene fondamentale per il proprio appagamento sessuale o per il raggiungimento dell’orgasmo. Io faccio parte da sempre di quest’ultima categoria, ma ho accettato questo aspetto della mia sessualità solo negli ultimi anni. Fin da ragazzina, ho iniziato a esplorare il mio corpo e il mio piacere focalizzandomi moltissimo sui capezzoli, che erano – e sono tuttora – una zona fondamentale per la mia eccitazione e il mio orgasmo. Senza la loro stimolazione, impiego molto più tempo ad eccitarmi e fatico a raggiungere l’apice del piacere; questo perché si tratta di una pratica che favorisce il rilascio di ossitocina, il desiderio e la lubrificazione vaginale.

So di non essere l’unica, e allo stesso tempo immagino ci siano tante persone interessate a sperimentare maggiormente con questa parte del corpo, a prescindere dal loro sesso e dal genere. Anche se per voi il piacere legato ai capezzoli non è fondamentale quanto lo è per me, potreste comunque essere interessat* a scoprire pratiche diverse per esplorare maggiormente questa zona, da sol* o in compagnia. Le zone erogene non sono uguali per tutt* e il bello sta proprio in questo!

IMG-3882-Facetune-23-01-2020-09-31-25

Insieme a C. abbiamo quindi pensato di creare un elenco di opzioni, dalla più vanilla alla più kinky, per offrire una lista di possibilità e suggerimenti a cui può attingere chi desidera esplorare maggiormente quest’area. Inutile dirlo, ma chiaramente l’elenco è incompleto; ognun* ha le sue fantasie e preferenze, sarebbe impossibile racchiudere ogni tipologia di stimolazione in un singolo articolo. In ogni caso, abbiamo fatto del nostro meglio per raggruppare quante più opzioni possibile, cercando allo stesso tempo di essere inclusivi e fantasiosi. Prima di presentarvi la nostra lista, vogliamo ricordarvi un’ultima cosa fondamentale: qualunque pratica, dalla più delicata alla più intensa, va svolta solo se si ha il chiaro consenso dell* person* con cui ci si trova. Chiedete, comunicate e assicuratevi che la situazione sia piacevole e divertente per tutt*. E adesso, buona lettura e buona sperimentazione!

  • Dita e mani: sembrerà scontato aprire così la nostra lista, ma con le dita si possono fare (o farsi fare) una varietà di cose diverse: sfioramenti, tocchi più o meno leggeri, pizzicotti con le dita o con le unghie, graffi, pressioni e trazioni di vario tipo, tocchi intermittenti o continui con il polpastrello, con tutte le dita o con l’intera mano. C’è davvero l’imbarazzo della scelta e le possibilità di sperimentazione sono tantissime! È importante ricordare che, anche se questo articolo ruota intorno ai capezzoli, ci si può anche dedicare all’areola e all’intero seno, in base alle proprie preferenze e a quelle del* partner.

IMG-3798-Facetune-24-01-2020-16-32-34

  • Lingua: se riuscite a raggiungere i vostri capezzoli con la bocca, potete anche sperimentare questa stimolazione da sol*, altrimenti vi servirà per forza un’altra persona. In ogni caso, lingua, bocca e guance possono fornire una vasta gamma di sensazioni diverse: si può sfiorare il capezzolo solo con la punta o con tutta la lingua, succhiarlo più o meno intensamente, morderlo o inserirlo tutto in bocca. La saliva permette di rendere il tutto più scivoloso e di giocare anche con le temperature, soffiando più o meno leggermente su un capezzolo bagnato per aumentarne le sensazioni.
  • Piumino/Tickler: consigliamo questo oggetto a chi invece predilige una stimolazione più delicata e simile a un leggero solletico o a una carezza. Se pizzicotti e pressioni varie non fanno per voi, il piumino potrebbe diventare il miglior amico dei vostri capezzoli. Può essere utilizzato durante massaggi sexy, giochi di ruolo e molto altro, grazie alla sua versatilità e delicatezza (e nessun* vi vieta di usarlo anche sul resto del corpo, anzi!).

IMG-3877-Facetune-23-01-2020-09-22-46

  • Stimolazione tramite i vestiti: se i vostri capezzoli sono troppo sensibili per la stimolazione diretta, perché non provare attraverso i vestiti? Indossate una camicia o una maglietta senza nulla sotto e sperimentate con il tocco indiretto. Personalmente la trovo una stimolazione molto sexy e delicata, perché permette di provare piacere lasciando però una barriera tra la pelle e le dita (o la bocca, o altri oggetti).

IMG-3876-Facetune-23-01-2020-09-17-52

  • Pinze: questi oggetti sono fatti apposta per stringere i capezzoli con decisione e fermezza, mantenendo sempre una pressione salda su di essi. Alcuni modelli offrono anche la possibilità di regolare l’intensità della stretta, rendendola più o meno intensa a seconda della tolleranza e delle preferenze personali. Ringraziamo il sexy shop online Sexami per averci gentilmente offerto l’articolo in foto in occasione di questa collaborazione; il modello presente sul loro sito (che potete acquistare qui) presenta anche due guaine rimovibili su entrambe le estremità. Per ottenere una pressione più forte, non dovrete far altro che rimuovere le coperture di entrambe le pinze e sperimentare con sensazioni ancora più intense e mordenti! Per chi è poi ancora più temerari*, esistono anche pinze vibranti, con pesi incorporati o con dispositivi che producono un impulso elettrico.

IMG-3879-Facetune-23-01-2020-09-26-12
IMG-3880-Facetune-23-01-2020-09-30-48

  • Paddle e frustini: se i vostri capezzoli e il vostro seno amano essere colpiti più o meno intensamente, quale scelta migliore di frustini e paddle? Sul mercato potete trovarne di tantissimi materiali e forme diverse; i livelli di intensità possono variare a seconda della lunghezza delle code, del punto di contatto con la vostra pelle e ovviamente della forza impressa da chi utilizza l’oggetto. Se invece preferite la sensazione dei colpi sui capezzoli ma non amate utilizzare questo tipo di oggetti, potete sempre usare le vostre mani o quelle di un* partner.

IMG-3800-Facetune-24-01-2020-16-38-04
IMG-3802-Facetune-24-01-2020-16-42-09

  • Cera e olio per massaggi: potete scegliere cere e oli per rendere il tutto più scivoloso, focalizzandovi su una stimolazione che vi permetta di sperimentare con temperature diverse. Mi raccomando, però: se scegliete di utilizzare la cera e dedicarvi al wax play, assicuratevi che la candela in questione sia indicata per i massaggi. Usando candele non adatte a questo scopo, rischiate di ritrovarvi con brutte ustioni e bruciature, quindi fate sempre attenzione! Il wax play va praticato con buon senso e candele apposite, la cui cera non brucia la pelle ed è fatta apposta per i massaggi erotici.

IMG-3805-Facetune-24-01-2020-16-49-48

  • Sex toys vibranti: perché non provare qualcosa di diverso e sperimentare con le vibrazioni? Se possedete già vibratori, rabbit, bullet o qualunque altro sex toy dotato di vibrazione, potete provare ad appoggiarli ai vostri capezzoli per esplorare nuove sensazioni. Magari scoprirete che preferite un’ampia vibrazione a sussulti diffusa su tutto il seno, oppure una molto più specifica e precisa indirizzata esclusivamente al capezzolo. Potete testare diversi materiali, intensità e pattern di vibrazioni, per combinazioni senza fine!

IMG-3878-Facetune-23-01-2020-09-24-36

  • Succhiaclitoride: il mondo dei succhiaclitoridi è vasto e propone decine e decine di prodotti diversi. Sfruttando la tecnologia di suzione ad aria pulsata senza contatto diretto, questi sex toys promettono di stimolare il clitoride con intensità senza precedenti. Ma chi lo dice che possano essere utilizzati solo sulla vulva? Potete provare a posizionarli anche sui capezzoli e sperimentare sensazioni nuove grazie ai loro molteplici livelli di potenza.
  • Sfregamenti di qualsiasi tipo: il frottage non riguarda solo i genitali, quindi perché non provare a strofinare i propri capezzoli sul corpo del* partner? Una cosa che mi provoca un piacere particolarmente intenso è proprio lo sfregamento del seno contro la schiena del mio compagno, un gesto che trovo molto sexy ed estremamente piacevole. Se non vi sentite a vostro agio nello strofinarvi (sempre consensualmente) contro il corpo di un* partner sessuale, nessun* vi vieta di provare altri tipi di strusciamenti: cuscini, superfici con texture diverse e materiali differenti potrebbero rivelarsi perfetti per voi!
  • Pompette per capezzoli: alcuni produttori di sex toys vendono anche delle pompette, più o meno grandi, da appoggiare e utilizzare sul seno per rendere i capezzoli più turgidi e sensibili. In questo modo, una volta usate per il tempo consigliato, la stimolazione di questa zona erogena dovrebbe risultare ancora più intensa e piacevole (ovviamente sempre tenendo conto dei livelli individuali di sensibilità). Esistono poi in commercio anche degli articoli che simulano la suzione dei capezzoli, offrendo ancora una volta un’ulteriore opzione di stimolazione.
  • Ghiaccio: come detto prima, la sperimentazione con temperature diverse può risultare piacevole per molte persone. Far scivolare del ghiaccio sui capezzoli o sfiorarli con qualcosa di freddo li porta a inturgidirsi e percepire in modo diverso eventuali stimolazioni successive. Per quanto mi riguarda, questa pratica non fa al caso mio, ma potrebbe essere invece proprio la più adatta a voi. Se avete del ghiaccio da parte, che ne dite di provare?

Eccoci arrivati alla fine dell’articolo! Come avete trovato questo elenco? Vi abbiamo ispirat* a provare qualcosa di nuovo? Se conoscete altre tipologie di stimolazione che non abbiamo incluso nella lista, fatecelo sapere e saremo più che felici di rendere questo articolo ancora più completo!

Come sempre, lo spazio per i commenti è aperto anche a chiunque abbia domande, dubbi o feedback da inviare. Se desiderate invece contattarci privatamente, ci trovate su Instagram come @sessolopotessi o nella sezione Contatti di questo blog.

Buona sessualità a tutt*! ♥

Disclaimer: non siamo psicologi né sessuologi, ma la sessualità è comunque una nostra grande passione. Per domande, problemi o dubbi, suggeriamo sempre di rivolgersi ad un espert*, rimanendo però disponibili a scambiare con voi quattro chiacchiere sul tema.

 

5 pensieri su “Capezzoli: il piacere è tutto tuo!

    • sessolopotessi ha detto:

      Grazie del commento! Verissimo, c’è un enorme disparità sia in pubblico che online, dove quelli maschili sono accettati e normalizzati, mentre quelli femminili devono essere coperti e censurati. Quelli femminili vengono visti come osceni e sessualizzati, quando in realtà sono una parte del corpo al pari di quella maschile.

      Piace a 1 persona

Rispondi a skoliosessualità Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...